My Mommy t-shirt d.i.y.

Per quanto amante delle t-shirt d.i.y. ci sono cose che mi mettono in difficoltà. Soprattutto se non ho a disposizione le mie scorciatoie.

PRENATAL- my mommy t-shirt
Per quanto mi riguarda, customizzare una maglietta significa tagliare o seguire i tutorial di Gaia aka Vendetta Uncinetta, dal suo sito o da rinnova il tuo guardaroba.
Sebbene questo laboratorio offerto da Prénatal mi esaltasse, l’ansietta era palpabile: se sbagli a casa, rifai, lì era un buona la prima.
Ho deciso di sedermi vicino a Gaia di Patasgnaffi, come a scuola, se tutto va male, mi son detta, copio!

Invece le dritte dell’illustratrice Costanza Favero sono state un’illuminazione: per questo ho deciso di condividerle con voi.

materiali-per-creare-pattern-2
my-mommy-tshirt
Non importa se sai disegnare o meno, ci sono molti modi per decorare una maglietta!

Sebbene si trovino in vendita qualsiasi tipo di utensili per creare effetti grafici su tessuti e altri materiali, basterà cercare bene attorno a noi. Formine di ogni tipo si nascondono dietro a oggetti che abbiamo in casa! Così come vecchi pizzi, le reti che magari adornavano una pianta che vi è stata regalata, un pezzo di tulle abbandonato o una calza a rete bucata che non metterete più…

Guardate l’effetto creato da Gaia di Patasgnaffi usando colore per stoffa, pennarelli adatti al tessuto, una spugna per stendere il colore, una vecchia tovaglia e un nastrino colorato:

la maglietta di Patamagacreare-una-scritta-su-stoffaVista la mia pessima grafia, mi sono aiutata con delle letterine in plastica. Posizionate per bene sulla maglietta, ho poi passato una spugna intrisa di pittura gialla e spruzzato del rosso con uno spazzolino per dare risalto al tutto.
Risultato: una scritta in negativo!

Non aver paura di sbagliare

La mia idea iniziale era quella di scrivere no rain no rainbow, creare una serie di gocce colorate e, aiutandomi con lo scotch, righe arcobaleno sul fondo della maglietta!

Nulla: le gocce piccole, non riuscivo proprio a farle, intanto però, sono partita dal fondo, convinta che la soluzione per il sopra l’avrei trovata in un secondo tempo.
Dopo aver creato righe con lo scotch, ho iniziato a stendere tre colori: verde, giallo e rosso.
Anche se nell’ordine sbagliato, ricordavano la bandiera rasta. Un commento di Alice è bastato a ribaltare completamente il progetto iniziale: No baby No cry!

Il consiglio dell’esperta, Costanza, mi ha aiutato a darle il tocco finale. Le righe di colore pieno, venivano fuori troppo piatte! E’ bastato usare un proiettile di una pistola giocattolo, fatto in morbida spugna, per creare piccoli cerchi irregolari sulle righe, dando un effetto finale migliore.

no-baby-no-cry

my-mommy-t-shirt-liloufit
Non è certo un capolavoro ma è mettibile, così ha detto Lilou.
Chi ha detto che mi piace vincere facile? No amiche, Lilou non sa parlare ma si fa capire benissimo!

Grazie Prenatal per questo laboratorio: complimenti, una splendida idea per presentarci la nuova collezione!
Grazie alle mie compagne di classe per un giorno: cento per cento mamma, Ricomincio da quattro, Sweet as a candy, Patasgnaffi, Genitori channel, FilastroccheCeliaca per amore

Qui sotto, il collage di tutte le creazioni abbinate ai capi della nuova collezione Prenatal scelti da ognuna di noi!

Prenatal-collezione

Prénatal

sito –> qui
blog –> qui
facebook –> qui

About justine

La Funky Mama bassa, perennemente spettinata e con la manicure distrutta dal progetto d.i.y. del giorno. Mamma di Leone e Lilou, comp ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *