Thriller con grazia – Il Cult: La finestra sul cortile, temporali con baci e brividi

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Le serate primaverili invitano a uscire e godersi l’aria tiepida e i romantici tramonti, con un aperitivo o una cenetta all’aperto…

Ma in primavera iniziano anche i primi temporali pre-estivi e questi sono momenti che mi hanno sempre emozionata. Sarà l‘elettricità dell’aria, saranno i primi sentori del caldo o la sensazione che stia per succedere qualcosa di magico, ma l’atmosfera dei primi acquazzoni di primavera è unica e da godersi in casa.

Il film perfetto per questa situazione è un thriller ma non uno qualunque: qui urge un bel cult movie che sia anche un po’ chic e femminile. E quindi, senza alcun dubbio, vi propongo La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock (1954), il maestro del brivido.

La-finestra-sul-cortile

Il film è ambientato in un condominio della Big Apple, in estate e con i temporaloni elettrici che tanto mi emozionano. I protagonisti sono James Stewart (un fotoreporter che fa il rozzo-cinico), Jeff, e la meravigliosa stratosferica Grace Kelly, nel ruolo dell’aristocratica indossatrice Lisa Freemont. Jeff ha una gamba rotta ed è costretto all’immobilità, dunque passa le sue notti a osservare con il suo teleobiettivo ciò che accade negli appartamenti di fronte.

Una sera Jeff inzia a nutrire sospetti su una coppia…Tra un brivido e una congettura, però, ad aiutarlo in questa folle avventura c’è sempre Lisa, che spera di conquistare il suo uomo mostrandosi intrepida e coraggiosa. A questo punto, guardando Grace Kelly, la spettatrice (donna, perché l’uomo segue il thriller) si chiede cosa abbia da dimostrare ancora una donna così per conquistare Stewart. Effettivamente, di fronte a cotanta bellezza e grazia, l’uomo in questione dovrebbe capitolare. Ma lei deve fare di più: esibire il suo coraggio e la sua temerarietà.

Ecco, questo è un po’ il cine-consiglio di primavera: il coraggio e l’amore per l’avventura come armi di seduzione top. Ovvio, con gli abiti pazzeschi di Lisa il discorso assume tutta un’altra piega.

Beauty tips: Grace Kelly

Grace Kelly

No, non vi spiegherò come assomigliare a Grace Kelly: quasi impossibile, persino per la Paltrow che in parte la ricorda. Ma sicuramente, alcuni consigli di bellezza possono farci sentire principesse avventurose come lei in questo capolavoro di film.

Partiamo dalla pelle: deve essere luminosa e setola. Quindi va idratata e nutrita a fondo, con un prodotto il più possibile naturale ma raffinato. Vi consiglio un nuovo arrivato in casa I Provenzali, l‘Olio di Mandorle Dolci alla Violetta: il profumo è antico ma femminile e la texture rende la pelle morbida, combattendo anche eventuali smagliature o segni del tempo.

Olio-viola

Per le labbra, sicuramente è da esibire un rossetto rosso (in questo caso sugli occhi nulla): per il look alla Grace consigliamo un super rossetto come Rouge Dior by Dior (tonalità 999).

Dior-rossetto

I capelli? Come la Paltrow agli Oscar (quando tentò di somigliare a Grace)…Chignon! Per farlo perfetto (perché lei era perfetta) vi consiglio la tecnica del calzino.

gwyneth

Prendete un calzino…

1. Tagliate la punta del calzino, poi arrotolatelo su se stesso a forma di ciambella fermandolo alla fine con due punti

2. Raccogliete i capelli in una coda alta, ben ferma e ordinata

3. Mettetevi a testa in giù e infilare la coda nel buco del calzino-ciambella. Poi arrotolate i capelli sulla ciambella comprendola completamente.

Ovviamente, non devono rimanere buchi di spugna visibili né ciuffi ribelli (forcine e lacca sono dl’obbligo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *