Secche contro tonde. Tutte contro tutte.

“Bellezza esotica dalla vita in su, sagra paesana dalla vita in giù.”

Così mi descriveva 16 anni fa una mia coinquilina. La cosa non mi ha certo scalfito, non certo a tal punto da ricordarmi le parole esatte della descrizione, no, no. Legata al dito? No, no.

estate 2012

estate 2012

Non sono sempre stata secca come oggi, non ovunque. Sempre avuto la pancia piatta, pochissimo seno e le costole in evidenza. Ma in alcuni periodi dell’adolescenza, ho avuto le cosciotte belle tonde e il sedere abbondante. Nulla di esagerato, ma abbastanza da sviluppare un paio di paranoie che a quell’età, avrei sicuramente sviluppato altrove anche se avessi avuto un corpo da atleta.

Da qualche tempo ormai, è finalmente arrivato il curvy pride.
Pensavo fosse un bene, un qualcosa che parlasse a tutte, anche alle secche, con un messaggio meraviglioso: vai bene come sei.
E lo è.
Mai e poi mai avrei pensato che una giusta presa di posizione potesse anche avere un risvolto negativo, che un messaggio buono, potesse portare a una divisione tra donne.

Che poi non so se avete notato, ma le polemiche sono molto evidenti e senza filtri, soprattutto sotto le pagine social delle riviste online. Come se qualcuno si sentisse di poter permettersi di dire la qualunque proprio su quelle pagine lì. Toni pesanti e offese senza senso.

C’è chi si permette di tirare in mezzo la salute senza saperne assolutamente nulla, parlando di chi è sovrappeso tanto quanto di chi si presenta troppo magra.
Poi ci sono quelle che inneggiano al “mangiati un panino” sotto le foto di famose influencers che si presentano davvero molto scarne.
E qui, viene fuori il cuore di mamma: se davvero queste persone hanno un problema vero e serio come potrebbero esserlo bulimia e anoressia, rispondendo con aggressività, si risolve qualcosa? Non è forse bullismo?
Siamo tutte d’accordo che prendere in giro pesantemente una persona su un’ipotetica malattia, è cattiveria pura?

estate 2015. Mai fatto differenze tra figli, 15 kg esatti per entrambe le gravidanze, ahahah!

estate 2014. Mai fatto differenze tra figli, 15 kg esatti per entrambe le gravidanze, ahahah!

Sarà che sono la donna delle sfumature.
Per me non esiste il bianco e il nero, dietro a ogni corpo c’è una persona unica, con un vissuto unico, con o senza problemi suoi. Io non sono esperta di alimentazione, ma mi sembra evidente che non possa esistere il corpo perfetto in generale. Potrà forse esistere, il corpo perfetto di ognuna di noi, dovrei parlarne con un medico, ma a logica credo che sia l’ideale peso forma in base alle caratteristiche uniche di ognuna di noi.

Così non sopporto chi dice che le ragazze magre non sono femminili, tanto quanto quelle che si permettono di dare della grassa a una Beyoncè. La femminilità non ha peso, è un’altra cosa.

Secche contro tonde.

Accettarci e amarci mai? Si accusano le riviste, le modelle, il sistema moda e poi si gioca a puntarci il dito tra di noi?

Perché mi è venuto in mente questo post proprio oggi?
Perchè settimana scorsa mi sono imbattuta in polemiche social senza criteri e perché tra una settimana esatta mi aspetta la mia prima prova costume.
La prima, sì, perché sono anni e anni che non me ne faccio un cruccio, l’unica cosa che posso fare per migliorami è fare sport, solo così potrei provare a farmi venire qualche forma, rialzare le chiappe, ridarmi tonicità. Ma non l’ho fatto quindi pace.

Questa volta però è una prova costume pubblica, lo faccio per un progetto bellissimo di Quelli del sabato: non vedo l’ora di parlarvene, ma per ora, non posso dire nulla più se non che non mi hanno scelta per il fisico.

Estate 2015. Niente mare. Stanchissima, quasi esaurita, parecchio nervosa: risultato. secca, secca.

Estate 2015. Niente mare. Stanchissima, quasi esaurita, parecchio nervosa: risultato. secca, secca, parecchio secca. Prosciugata è forse la parola giusta.

Ho accettato subito, felice, poi, mi è salita la paranoia proprio perché le foto le saranno online.
Ma tu mangi?
Davvero credo non abbiate idea di quante volte mi venga posta questa domanda.
Alla lunga, diventa fastidioso. Soprattutto in quei periodi in cui mi si scava il viso. Quando mi vedete estremamente secca, non è questione di alimentazione, significa che non sto bene, che sono nervosa e sotto stress.
Alcune, nei periodi no, ingrassano, altre, si rodono da dentro, come me.

Quando mi è venuta la paranoia, mi sono sentita davvero stupida.
Io, che scrivo dell’essere Strafi inneggiando alla consapevolezza e all’accettazione di noi stesse.
Proprio io, quella che credeva di aver fatto pace col proprio corpo.
E allora no, non ci sto.
Vado, mi mostro e torno.
E al primo -ma tu mangi?- partirà un autoinvito a cena a casa di chi avrà pronunciato questa frase.
Non mangio carne ma il pesce sì, adoro i formaggi, vado pazza per le patate, no finocchi cotti ma crudi sì, ok per il cavolo, no cavoletti di bruxelles, frutti di mare tutti tranne quelli coi tentacolini.

La rete mi ha dato un mestiere, e va bene, ma non lascerò che mi riproponga paranoie che stanno bene nel cassetto del “ho già dato.”

Starei meglio con qualche chilo in più? Può essere.
Ma io son fatta così.

E adoro tutte le donne che frequentano questo blog e le mie pagine social, perché questo tipo di polemiche, a casa Funky, non le ho lette mai.

Strafi-715

 

 

About justine

La Funky Mama bassa, perennemente spettinata e con la manicure distrutta dal progetto d.i.y. del giorno. Mamma di Leone e Lilou, comp ...

25 thoughts on “Secche contro tonde. Tutte contro tutte.

  1. Elena

    Ecco tocchi un tasto dolente. A me ovviamente capita sempre il contrario, ma quanto mangi? E a stare a vedere magari io mangio meno di te, ma come dici tu se sei nervosa non mangi io il contrario, o comunque qualsiasi cosa mangio la assimilo. E si vero siamo sempre critiche con tutte, soprattutto con noi stesse. Io sono nella fase che finalmente ho capito che devo prendermi cura del mio corpo e dimagrire, ma non perché me lo dice qualcuno, che tra l’altro su di me quando mi dicevano “devi dimagrire” ha sempre avuto l’effetto opposto, ma per la salute. E ammetto che non amo nemmeno il dilagare del troppo Curvy, ovvero spacciare l’obesità per curvy e ti assicuro che anche li ce ne sono tante.
    Ma lo sai la cosa peggiore qual è? Che ci sono persone che non conosci che si permettono di giudicare pure i bambini, non sai ultimamente quante persone ho mandato a cagare perché hanno osato dire a mio figlio “ma quanto mangi? Sei bello grasso eh?” li la mia educazione va a farsi benedire e mando a cagare direttamente.
    Vai che stai bene così come sei. E si appunto se ti dicono che non mangi abbastanza auotinvitati e pretendi anche pranzi o cene belle sostanziose.

    Reply
    1. justine Post author

      Il punto è proprio quello che scrivi tu, non ci si dovrebbe permettere di parlare dei fisici altrui, ci sono troppe cose dietro che una persona non può sapere…
      Comunque non ho scritto che non mangio quando sono nervosa, mangio, ma per un meccanismo che un medico saprebbe spiegare, mi scavo. E solitamente appare la gastrite. Olè.
      Come al solito, su tutte noi, basterebbe buon senso, educazione e empatia <3

      Reply
      1. Elena

        eh si 🙂 scusa non avevo capito il meccanismo del non mangiare. L’importante è che facciamo ciò che ci fa stare bene e sentire Strafi.

        Reply
  2. arianna

    Belle parole davvero! Grazie.
    Anche io come te sono una che alle volte si “rode da dentro”.
    Ho passato degli anni difficili e il corpo ne é uscito segnato, i ritmi sono cambiati.
    Riprendere peso per chi giá non ingrassa facilmente non é semplice, ma generalmente si pensa che basti mangiare due dolci in piú e si torna come prima.
    Certe persone non si permetterebbero mai di dire a qualcuno che é troppo grasso, ma pensano che sia lecito dire a qualcuno che é troppo magro e insistere…insistere…come se non fosse anche quella un’offesa, un’intrusione.
    Non bisognerebbe mai permettersi di esprimere giudizi sul corpo degli altri.

    Reply
  3. Signora Dalloway

    Bellissimo post. Io che ancora mi ritrovo a dover buttar giù gli ultimi kiletti post gravidanza da tre mesi, ho letto con piacere e con saggia com-passione nei confronti di me stessa. Un abbraccio! Grazia

    Reply
    1. justine Post author

      Grazie, ma tu sei un periodo particolare, hai tutto il diritto di passare dal me ne frego alla paranoia come e quando ti va…La gravidanza ci cambia il corpo troppo velocemente <3

      Reply
  4. Michela

    Grazie, davvero. Perchè dopo l’arrivo del mio bimbo mi sento un po’ sovrappeso, ma sono le stagioni della vita come dici tu…mi sento già meglio. E davvero alcune donne stanno bene magre, altre più cicciotte…l’obiettivo è sempre star bene con se stesse. E spero di farcela. Grazie.

    Reply
    1. justine Post author

      Come dicevo in un altro commento, dopo la gravidanza, con un corpo cambiato, hai tutto il diritto di avere paranoie e di alternare al non averle. è umano. Non ti dico nulla, mi ricordo che quando mi dicevano devi avere pazienza, poi vanno vanno via, mi facevano salire il nervoso…

      Reply
  5. Serena

    Per me è sempre stata una lotta, non faccio fatica ad ammetterlo pubblicamente. Anche quando ero una giovinetta di belle speranze, nel fiore dei miei vent’anni, con un fisichino grazioso facevo fatica ad espormi, preferivo esprimere la mia femminilità e il mio carattere con un cappello estroso o una lunga gonna svolazzante… Poi è arrivata la gravidanza e il mio corpo si è trasformato, contro ogni mia volontà. Non è tornato e credo non tornerà mai più lo stesso… e le piccole angoscie di prima si sono raddoppiate, moltiplicate. Faccio fatica a guardare me stessa nuda, non mi riconosco in questo corpo così morbido e rilassato… solo il viso sembra quello di sempre, e la cosa rende tutto ancora più complicato perchè mi sembra di sdoppiarmi. Quella che vedo riflessa nei miei occhi e quella che vedo dal collo in giù. Non credo che farò mai pace con questa cosa, e il tempo che scorre di certo non aiuta. Diciamo che prendo atto, qualche giorno è meglio di altri, e mi nascondo ma anche esprimo come e più di prima con la creatività e un po’ di eccentricità nel mostrarmi. Non è propriamente una maschera, perchè non mi nasconde… mostra di me solo quello che voglio vedere, e che gli latri vedano.

    Reply
    1. justine Post author

      E tu sei iper femminile, a riprova, che non c’etra nulla con il fatto di come uno si vede:)

      Reply
  6. Adriana

    Io combatto d sempre con il mio fisico, non mi piaccio e non i piacerò mai, ne son certa. Quello che mi dice la gente scivola, nel bene e nel male.
    Comunque ti hanno scelta perché tu sei strafi inside, in bocca la lupo!!!

    Reply
  7. Elisabetta

    a parte che grazie per questo tuo pensiero scritto, io non credo proprio che esista il/un peso ideale di ognuno di noi. il peso ideale e pratico e reale di ciascuno è quello che ha adesso.
    eli

    Reply
  8. leparoleverranno

    Ah, tutta questa attenzione, tutta questa importanza all’aspetto fisico… Una caratteristica molto femminile e ora che sono madre di una bambina mi domando spesso che cosa fare per aiutarla a dare il giusto peso, a vivere se stessa in modo sereno, ad accettarsi e amarsi, così com’è. Con l’esempio, certo, ma le parole hanno appunto anche un peso. Ecco, quest’ultime sto imparando ad usarle, a selezionarle con cura, perché possono fare la differenza, secondo me.
    Un bacio, Francesca

    Reply
  9. veroveromamma

    l’accettazine di sestesse ….. è una cosa seria-…… io da magra adolescente senza curve…piatta ….perchè super sportiva…..
    dopo le 5 gravidanze …ho la mia pancetta…. ele gambotte……… ho fativcato a d accettarmi ma ora sono fiera di quella che sono e se ho tempo faccio sport…..
    ognuno deve stare bene con se stessa per amarsi per essere felice …. anche con un paio di jeans nell’armadio che no stanno più….

    siamo belle così come siamo ..
    ps: forse magrissima no tornerei più!!!! non so !!!
    veronica

    Reply
  10. gemma

    Io sono di quelle a cui dicono
    “ma mangi?”
    “Forse hai la tiroide che non funziona, fossi in te mi farei controllare!”
    Ho avuto i miei problemi da adolescente è vero.
    Ma sì, mangio
    E sono dimagrita solo quando ho smesso di preoccuparmi del mio peso.
    Mangio perchè mi piace mangiare e mangiare bene
    Sono troppo magra, lo so.
    Oggi mi vergogno un di non avere il seno e ogni estate mettersi in costume sta diventando una tortura.
    Ma questo è il mio corpo.
    E va bene così
    Sono io che vado bene così
    Magari poi questo smetto di essere nervosa ed esaurita metto su pure un po di peso

    Reply
  11. AliceOFM

    Eccomi finalmente a leggere il post. Che dire se non bravissima?
    Ieri su Instagram, sotto la tua foto a questo articolo ho commentato che ci sono tante blogger famose come te che parlano dell’argomento per poi far trapelare – in modo neanche tanto celato – l’insoddisfazione per il proprio corpo. Ed è bello arrivare qui e non veder saltar fuori dalle foto lo stesso problema: una ragazza che mette la sua foto da magra seguita da quella con le curve da gravidanza. E mica è da tutte, perchè siamo tutti bravi a millantare amor proprio per poi spararci foto in pose contorsionistiche per apparire con 5 Kg in meno – e svelare il trucco quando ci fanno i complimenti sul blog.
    Sono curiosa di questo progetto; se poi è lo stesso di un’altra blogger che amo e che si mostra per quel che è, sarò entusiasta di vedervi insieme!
    Buon divertimento!

    Alice

    Reply
  12. Pingback: Strafi capitolo 1 | Le Funky Mamas

  13. Deborah

    Justine, sei riuscita a trasmettere un sentire molto comune e molto drammatico. Anche io mi consumo da dentro e ultimamente mi sono sentita chiedere se mangio più e più volte…

    Di recente lavoro in ambito di disturbi del comportamento alimentare e vedo con i miei occhi cosa significhi non andare d’accordo con il proprio corpo, anche se prima ancora c’è il fatto di non andare d’accordo con la propria testa.
    Ci sono vari modi per sensibilizzare tutti di più su questi temi e tu ne hai utilizzato uno.

    Io invece scrivo di felicità o pseudo tale e se ti va di seguirmi ti lascio il link qui sotto! bacio
    https://happilysurviving.wordpress.com/

    Reply
  14. Pingback: Nessuno mi può giudicare. Eppure. | Le Funky Mamas

  15. Pretty in Mad

    Sono stata sempre molto magra per costituzione (tranne adesso che, per la prima volta in quarant’anni di vita sono normopeso) e a me, di mangiare lo dicevano in dialetto “magna bèla”.
    Mi vengono i brividi anche mentre te lo scrivo.
    Perché il “mettiti a dieta” nessuno lo avrebbe detto per educazione a nessuna ragazza un po’ in carne, ma un “magna bèla” a chi era magrina invece sì… non si mai offeso o complessato nessuno, giusto? Certo, come no.
    Quanta strada ancora da fare.
    Sono d’accordo con te su tutto. Anche sulle opinioni violente e gridate ai quattro venti , che sono a mio avviso, il lato peggiore dei social.

    Reply
  16. Pingback: Magre vs grasse | ruminatiolaica

  17. Pingback: Ferragnez: vietato ai maggiori di 25 anni. - Le Funky Mamas

  18. Stefy

    Bellissimo questo pezzo, me lo appendo sulla fronte. Tu idem sei molto bella di una bellezza particolare e ce ne fossero, io dico che tante nei tuoi confronti parlano per invidia pura (e diciamolo!).
    Io sono sempre stata magrolina, ma mai come in questi ultimi anni in cui lo stress e mille pensieri tra cui la morte di entrambi i genitori nel giro di 12 mesi mi hanno scavata e rosicchiata per bene… mi identifico molto con te, come te se sono nervosa mi consumo, a prescindere da quello che mangio (non salto mai i pasti, per principio, proprio perché so che è un attimo perdere peso)… quello che mi fa rabbia è che persone che mi conoscono di vista e non sanno niente di me e della mia vita mi tormentano con le solite domande di cui parli tu e io mi sento di dovermi spiegare e giustificare!
    Nessuno dovrebbe giustificarsi per il suo fisico, a prescindere che si lotti con la bilancia in un senso o nell’altro. Purtroppo ancora molto si giudica dall’aspetto fisico e questa ne è la dimostrazione!
    Un abbraccio, Stefy.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *