Perché non farò più La Bag e saltelli di gioia vari.

E’ spocchioso iniziare un post dichiarando che sono felice e soddisfatta?

img_2396

Io credo di no. La scrittura è curativa e mi sono spesso ritrovata a condividere con voi tormenti e elaborazioni degli alti e bassi della quotidianità.
Sentirsi pienamente felici non è, almeno per me, una costante. Sono felice e vorrei staccare un pezzettino di questo sentimento e distribuirlo tra tutti voi che avete contribuito a questa chiusura di 2016!

La prima novità è che gli ultimi due anni sono stati di costruzione continua, tanto da non lasciarmi un momento per fermarmi e godere un attimo dei piccoli e grandi successi. In questo dicembre è successo: a un certo punto, nel fare, i sorrisi hanno surclassato ansia e stanchezza.
Nel fare, mi sono riempita di orgoglio: dal nulla a impresa.
A breve potrò scrivere anch’io “CEO presso me stessa”. Ok, non fa ridere. Dai un po’ sì. Come “università della vita”… Kaffeeeeeeeeee?

Detto questo non è filato tutto liscio, ho sbagliato alcune cose, ma scovando l’errore direi che sono a buon punto. Non sapere cosa è andato storto sarebbe un problema, non il contrario.

labagpellenera900nuova nuovaaperturalabagpelle900Shop –> QUI

Il primo errore è stata la comunicazione de La Bag. Non è una borsa passeggino.
Lo è ma anche. E’ un prodotto di alta qualità con un prezzo importante.
Mai mi sarei sognata di produrre una borsa con una durata di utilizzo pari al tempo che si scarrozzano i nostri nani in passeggino.
Eppure mi arrivano sempre messaggi e commenti tipo: “Se avessi ancora figli piccoli, la vorrei!”

L’avevo immaginata come una borsa enorme per tutti, che se mai nella vita fosse servito appenderla al passeggino, lei sarebbe stata lì. A dare continuità al nostro essere donna, non passando per forza da una borsa standard in poliestere.

Ho fallito, sebbene molte clienti  non l’abbiano mai usata attaccata a un passeggino, rimane quello: un prodotto per neo mamme.

L’ho scritto ovunque ma è evidente che la mia comunicazione non abbia funzionato, quindi via…
Finisco quelle che ci sono online e poi basta. Ora mi rimane solo da decidere se manterrò i ganci laterali sulla versione zaino oppure no. Perché lo zaino rimane. E’ una bomba, non riesco quasi più ad usare altro.

Shop --> QUI

Shop –> QUI

Per il resto ho sbagliato a non osare di più. Per paura. Avrei dovuto buttarmi a capofitto sulle cose che mi giravano in testa, sia dal punto di vista degli abbinamenti colore che da quello delle novità che avrei voluto proporre.
Ad esempio, la Pearl Marrone non vi è proprio piaciuta. Sinceramente ho preferito introdurre un colore classico invece di azzardare un’accoppiata di colore pazzo credendo di andare sul sicuro… Sbagliato!
Di questo, però, son felice, quest’errore ha creato un mostro:

l’anno prossimo la collezione sarà “Barbie Malibù” incontra le ragazze del quartiere Harajuku a Tokio ascoltando “Trap”.

Fonte foto Tokiofashion.com

Fonte foto Tokiofashion.com

Quindi occhio ai saldi e soprattutto alla news letter! Sapete che c’è quasi sempre un codice sconto…

GRAZIE DI CUORE, GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE!

Cosa c'entra questa foto in questo post? C'entra, c'entra: è stato uno dei momenti più felici del 2016. Io e Leo a Londra <3

Cosa c’entra questa foto in questo post? C’entra, c’entra: è stato uno dei momenti più felici del 2016. Io e Leo a Londra <3

About justine

La Funky Mama bassa, perennemente spettinata e con la manicure distrutta dal progetto d.i.y. del giorno. Mamma di Leone e Lilou, comp ...

7 thoughts on “Perché non farò più La Bag e saltelli di gioia vari.

  1. CristinaCB

    Mai considerata laBag come borsa da passeggino. Rispetto la tua decisione e continuerò a usare la mia fino alla distruzione!
    E poi lo zaino è fantastico! Hai fatto una buona scelta.
    Quindi … vai a tutta birra con Barbie Malibu!!!!
    Sono proprio curiosa di vedere i risultati.
    Ti auguro un Natale sereno.

    Reply
  2. Chiara

    Pezzo “importante” in tutti i sensi… prezzo equo (ricerca+lavoro+guadagno) che assolutamente nn contesto ma tante di noi nn possono permetterselo a cuor leggero! Io anche se non-madre la vorrei perchè è davvero LA BAG… ma è davvero un di più… ( certo una inizia a mettere via i soldi e poi fai la PEARL … accidenti!!!)
    Fare una produzione mirata in base a lista d’attesa? Sarebbe fighissimo
    Un abbraccio!
    (P.S. A me quel tono di marrone della pearl nn piace proprio…)

    Reply
    1. justine Post author

      Ciao Chiara, non ho capito fino in fondo il commento. Labag non verrà più prodotta nella sua forma originale, rimane in produzione lo zaino che è labag modificata (e anche lo stesso prezzo).Questo per i motivi scritti nel post, la comunico meglio. Sul marrone direi che siete state chiarissime, ahahahha!

      Buon Natale <3

      Reply
  3. Ante@

    Mi dispiace… Perché ci hai messo il cuore e l’anima in questa impresa. Ora hai dimostrato per l’ennesima volta di essere coraggiosa. L’hai dimostrato prima buttandoti a capofitto in questo progetto che hai tanto amato e lo hai dimostrato adesso ammette do alcuni errori commessi. Mi viene da darti solo un piccolo consiglio: riparti da te, da quello che vuoi e piace a te, invece di pensare a quello che potrebbe piacere agli altri. Le idee non ti mancano e neanche la voglia fare! Un enorme in bocca al lupo!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *