La seconda occasione del cubetto superstite

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Ci sono giocattoli nel cestone in cameretta che soffrono di veri e propri disturbi bipolari. Prendete i cubetti: così propositivi da voler ricostruire il mondo e allo stesso tempo tanto crudeli da cacciarsi sotto al tallone per farvi ululare mentre il piccoletto dorme e voi vi aggirate per casa come ninja. O i pezzi dei puzzle, così ordinati, sempre ognuno alla ricerca del proprio posto, ma tanto distratti da perdersi nel nulla quando ci si vuole giocare. E cosa resta di un puzzle a cubetti quando si perde proprio il pezzo centrale? All’incirca undici suoi compagni di legno alla ricerca di una seconda possibilità.

Ecco quale nuova vita hanno ottenuto alcuni di loro…

come riciclare un puzzle in portafotografie

I cubetti superstiti di un puzzle ormai inutile hanno diritto a una seconda occasione: li si può trasformare in lavagnette, su cui disegnare il proprio soggetto da ricomporre, oppure regalargli un posto d’onore sulla libreria come portafoto e cartoline.

Per fare questo occorrono alcuni minuti e due ingredienti:

riciclo-creativo-giochi-bambini

riciclo-giocattoli-bambini

riciclare-giocattoli-bambini

A questo punto si sfodera la colla per unire per sempre cubetto e molletta, così:

riciclare-giocattoli-usati

Il tempo di lasciar asciugare la colla e può iniziare per il cubetto sopravvissuto una nuova colorata vita, a zonzo per la libreria. Perché tutti hanno diritto a una seconda occasione, anche chi nasce con delle orecchie di topolino stampate addosso!

P.S. amanti delle volpi all’ascolto: so che bramate la cartolina di Mr. Fox che fa capolino nella prima foto: la trovate qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *