Quella volta che per fare la figa mi è cambiata la mia vita.

agenzie pubblicitarie

2013.
Stavo finendo l’università ed ero andata a vivere da sola.
Mantenevo me ed il mio bilocale in periferia facendo l’hostess.
8 euro l’ora, lordi, a 90 giorni.
A volte dovevo stare in piedi 10 ore agli eventi aziendali, altre volte volantineggiavo in parco sempione vestita da cuoca.
Una volta avevo il compito di stare all’ingresso per l’evento Campari. Il party iniziava alle 22 ma il capo sadico mi aveva detto di stare all’ingresso già alle 14.
Sono svenuta alle 21.
Ecco, diciamo che se al party Campari 2013 in triennale siete entrati gratis dovete ringraziare me.

Comunque era già bello per me avere un lavoro, però fatemi un favore: quando incontrate una hostess vogliatele bene.

 

Una sera in quel periodo ero uscita a cena con un ragazzo che mi piaceva molto.
Si era appena laureato ed aveva il sogno di diventare regista.
Era solare e molto sicuro di sé.
Mi disse che qui a Milano le agenzie pubblicitarie avrebbero fatto di tutto per avermi e che avrei dovuto iscrivermi.

Conoscevo da poco quel ragazzo e questo giocava a mio favore: era ancora ignaro di avere davanti a sé la ragazza più insicura del mondo.
Gli risposi con non-chalance che il giorno dopo avrei fatto un giro di agenzie.
Mentre glielo dicevo probabilmente forzavo la mia voce a non tremare e ad essere sexy.
Ma questo è un dettaglio.
La mattina seguente mi svegliai da sola a casa mia (sì: la voce sexy non aveva funzionato) ed avevo già pronta la scusa evergreen per non presentarmi alle agenzie: influenza.

In quel momento mi arrivò un whattsup del ragazzo: “Dopo il giro delle agenzie vieni a cena da me? Cucino io ed i miei coinquilini vogliono conoscerti”

Mi aveva invitata da lui? Avrebbe cucinato per me? Aveva parlato di me ai suoi coinquilini?

A quel punto la scusa “influenza” si auto eliminava .
E non potevo neanche portare alla cena un fallimento nel mio “giro agenzie” .

Così presi gli indirizzi delle 5 agenzie top, feci 10 respiri e uscii a vivere il primo giorno della mia nuova vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *