Alla prima del film per il quale sono stata scartata

Il film è “Non è un paese per giovani” di Veronesi.

Giovanni Veronesi

Ai tempi inviai la candidatura per partecipare ai provini.
Passai mesi ad aggiornare la casella mail, ma nulla: “non mi si filavano”.

Però mi era salito il sindacalismo: che cosa costava ai casting directors rispondermi con un “Non ci interessi. Grazie alla prossima.”?
( Chissà quanti altri poveri attori in questo momento stanno aggiornando la propria casella mail… )

Sappiate che io non sono una party girl (amo cucinare per gli amici la domenica a pranzo. Adrenalina pura.)

Ma capite che occasione mi aveva dato Justine invitandomi alla prima? Potevo essere strafiga, potevo dare il meglio di me e i produttori avrebbero detto: “Wow! Quella dovrebbe fare la protagonista del prossimo film”.

ju-e-Queralt-anteprima

Avevo anche pensato alla frase ad effetto da dire al regista:
“Caro, mi presenterei volentieri ma l’anno scorso nessuno mi ha dato la possibilità di farlo… Vi darò un’altra occasione”. (thug life theme)

Beh diciamo che tutto ciò che ho scritto fa parte di un’anteprima così esclusiva che si è tenuta soltanto nella mia testa.

In realtà ero agitata ma non volevo darlo a vedere perché gli invitati erano tutti influencer e gli influencer non si agitano: sono abituati ad andare agli eventi mondani.

Io no (lo dimostra il fatto che li chiami “eventi mondani”).

Beh, da vere professioniste io e Ju ci siamo subito buttate sull’open bar.
Ma non ho avuto il coraggio di mangiare: metti caso che prendendo una fetta di salame rovino la foto artistica di un blogger…

Proprio mentre ero in mezzo a due amiche modelle strafighe alte 2 metri è arrivato il regista a salutarle ed io, dal basso del mio metro e 67, ho cercato di ricordare la mia frase ad effetto.
Senza successo.
Solo il mio stomaco affamato ha avuto il coraggio di dire la sua.

Durante la proiezione del film ero arrabbiata con me stessa per non essere stata brillante e ammetto che per un secondo ho sperato che gli attori non fossero bravi.

Non è un paese per giovani

Giovani e molto bravi: Sara Serraiocco, Giovanni Anzaldo e Filippo Scicchitano

Invece i protagonisti sono stati perfetti ed ho abbandonato ogni stupido pensiero invidioso lasciandomi trasportare dalla loro interpretazione.

Il film mi ha fatto bene perché ho poi vissuto la serata diversamente: ho capito che non ero lì per fare un provino e per dimostrare qualcosa.

Ero stata invitata per guardare il film e divertirmi (ci ho messo 4 ore a capirlo: meglio tardi che mai).

Non sono abituata al mondo degli eventi, ma quando all’after party sono arrivate le lasagne sulla pista da ballo beh… ho capito che potrei farci l’abitudine.

Non è un paese per giovani è attualmente nelle sale…
per info:
pagina facebook –> Non è un paese per giovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *